Stucco veneziano

Rifinire le pareti di un immobile ottenendo un effetto artistico inusuale e differente è concretamente possibile. Una realtà tangibile e, soprattutto, bella da vedere; un tocco di classe ed eleganza per gusti sopraffini sia classici che moderni. Lo “Stucco Veneziano” è una tecnica di rifinitura che consta quanto dianzi menzionato, mediante l'uso applicato di molteplici strati di stucco attraverso l'utilizzo di una spatola, il quale permette di trascendere una superficie liscia con l'effetto del rilievo.

A prescindere dalle varie nomenclature attribuitegli, codesta rifinitura è ottenuta mediante la miscela di grassello di calce (ottenuto con l'idratazione a secco del cristallo incolore noto come: calce), calce aerea (vale a dire, la cottura a temperatura elevata di una serie di materiali contenenti carbonato di calcio), acqua e una polvere finissima di marmo.

Una finitura, quella dello “Stucco Veneziano”, che illustriamo tramite le nostre diapositive espositive e per mezzo di questo elaborato descrittivo, successivamente, reso artisticamente concreto mediante il nostro effettivo lavoro. Un tipo di stucco che non denota soltanto un effetto di rilievo, bensì, anche, una superficie molto liscia e sorprendentemente lucida. La creazione della miscela dello “Stucco Veneziano” è indice di professionalità, poiché ciò comporterebbe persino la valutazione delle miscele che sono, fondamentalmente, traspirabili e molto resistenti alle muffe e ai batteri.

Per quanto concerne, invece, l'effetto pittorico bisogna attendere l'ultima mano di prodotto, mentre la lucidatura a secco viene effettuata per mezzo della cera d'api strofinata con un panno in lana. Infine, vogliamo rammentare l'essenza della bellezza estetica e, al contempo, funzionale dato che, lo “Stucco Veneziano”, confrontato con le altre vernici è sinonimo di maggiore durevolezza e, una volta terminata l'applicazione, diviene doveroso rispettare un'adeguata manutenzione periodica, ovvero: a distanza di due anni, lavare le pareti con un prodotto sgrassante immerso in acqua calda e, dopo aver effettuato la pulizia, è consigliato passare, nuovamente, la cera al fine di ottenere un risultato lucido.

Per concludere, vogliamo indicarvi che lo “Stucco Veneziano” è applicabile su superfici piane, ma, anche, su elementi architettonici come colonne e cornici. Per un preventivo gratuito tel. 011488884


Stampa   Email

Related Articles

Spatolato

Le terre fiorentine