Spatolato

Un'altra tecnica decorativa che permette di rendere elegante e raffinato il vostro ambiente domestico è, sicuramente quella de: Lo Spatolato. Economico e, al contempo, raffinato, la tecnico dello spatolato si contraddistingue per l'effetto donato durante la resa finale, di gran classe e sempre bello da vedere.

Ovviamente, la texture delle mura sulle quali si andrà a lavorare è di notevole importanza, in quanto bisogna constatare le eventuali tracce di lavorazione preesistenti, la ruvidezza, la vibrazione della luce e, dunque, l'eventuale presenza di grane di altri materiali.

Apportare una texturizzazione che sia in grado di ottenere un effetto, alquanto, interessante, pare essere una delle alternative migliori in taluni casi. Logicamente, lo spatolato può essere adottato, anche, per l'effetto finale concretamente visibile al termine dell'operazione concernente la stesura del colore.

Interessante e sempre differente, lo spatolato genera linee irregolari, grazie alle molteplici sfumature che delineano un'infinità di forme e segni che, di conseguenza, attraverso le dimensioni e l'intensità del colore prescelto creano l'illusione ottica della tridimensionalità, divenendo apparentemente reale.

La parete vi apparirà lucida, liscia e, dunque, piacevole al tatto. Prima di procedere con la tecnica dello spatolato, bisogna preparare diligentemente tutto il materiale di cui si necessita e, oltretutto, controllare accuratamente le mura sulle quali si andrà lavorare, le quali dovranno essere prive di lesioni e/o cavillature. Una volta appurate tali condizioni e, dopo aver eliminato i residui delle tinteggiature precedenti attraverso una lieve carteggiatura, si potrà procedere con la stesura della famosa “prima mano”.

Al fine di soddisfare la vostra richiesta e, quindi, di ottenere un risultato e un effetto migliore, vi suggeriamo di stendere (durante la prima mano) un colore più scuro rispetto a quello prescelto per il secondo strato, ovvero quello di rifinitura. Una volta asciutta, si procede con la stesura del secondo strato con la finitura dello spatolato (vero e proprio), servendosi di una spatola triangolare in metallo o, in alternativa, in plastica o di un frattazzo da intonaco.

Prelevata una piccola quantità di pittura, ci si adopera stendendola sulla superficie con movimenti orizzontali, verticali, rotatori o curvilinei, a seconda della scelta della texture che si vuole ottenere. È, altresì, evidente il livello di difficoltà che comporta questa tecnica decorativa, poiché, talvolta, per raggiungere un risultato molto particolare, bisognerà passare due o tre mani a spatola, diversificando le tinte e/o i metodi di applicazione.

Inoltre, anche la scelta cromatica di questo stile decorativo dovrà essere attinente con il vostro arredamento, sebbene abbia un alto valore decorativo, dai risultati ottimali adatto a ogni ambiente domestico. L'effetto comportato dalle sfumature, si otterrà prevalentemente dai colori prescelti, ma la bellezza e la raffinatezza della resa finale è più che assicurata.


Stampa   Email

Related Articles

Stucco veneziano

Le terre fiorentine